Autore Topic: HR1095: Bollitura e Calde  (Letto 197 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline BoraceComeSePiovesse

  • Manfruito
  • *
  • Post: 21
  • Newbie
HR1095: Bollitura e Calde
« il: 13 Settembre 2015, 10:50:01 pm »
Vorrei porre qualche domanda riguardante il discorso bollitura/calde presente in questo topic: http://www.bik-lab.com/moreno-feltresi/il-mio-acciaio/

- La temperatura di bollitura č diversa da quella di calda, quindi se io bollo il pacchetto a tot gradi, poi devo necessariamente lasciarlo raffreddare prima di menarci come un fabbro. Poniamo che bollo a giallo canarino e forgio ad arancio intenso... posso arrivare a rosso scuro come si fa su una billetta non in damasco? O corro il rischio di dissaldare qualche strato?

Succede spesso cosė: il pacchetto sembra bello bello fino a che a un certo punto, vicini al termine della forgiatura noto la solita stramaledetta macchia nera... il damasco č fessurato. Allora non riesco a capire se sbaglio durante la bollitura (presenza di scoria, martellate non costanti, troppa foga, troppo poca, etc..) o durante la fase di calda quando stendo la billetta.

Ho provato anche a darmi la risposta da solo con dei test, ma commetto talmente tanti altri piccoli errori, poi faccio tutto a "manoni", senza pressa o maglio... č un po' difficile valutare il risultato finale cosė..

Potete per favore darmi qualche consiglio o indirizzarmi a precedenti discussioni?
Ho provato a cercare ma ho trovato solo quel topic di Moreno (spettacolare topic comunque)
Davide Malucelli

Offline francesco17

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 6.693
  • Newbie
Re:HR1095: Bollitura e Calde
« Risposta #1 il: 13 Settembre 2015, 11:31:31 pm »
Alla bollitura devi martellare per far saldare il pacchetto successivamente quando hai finito che devi rimettere il pacchetto appena martellato in forgia lo porti ad un colore e ad una temperatura diversa dalla bollitura ,ma sempre adatta per lavorarlo ,quelle sono le.calde . Se ho ben capito.
Goffredi francesco
Il tempo,la voglia,l'umore ,a volte condizionano l'orario


Offline ilfacci

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 4.093
  • A.F.
    • I coltelli del Facci
Re:HR1095: Bollitura e Calde
« Risposta #2 il: 14 Settembre 2015, 09:43:43 am »
Premetto che il mio primo pacchetto l'ho fatto giovedė scorso.

Ti posso solo dire che il forgiatore che mi sta insegnando mi faceva arrivare al giallo chiaro e mi diceva di controllare quando sulla superficie del pacchetto si formava un po' di liquido.
Mi ha detto che la bravura sta proprio nel beccare quel momento, un po' pių basso di temperatura non si salda, se superi quella temperatura rischi di fondere.
Successivamente con il pacchetto di quel colore (che deve essere uniforme, ogni tanto mi faceva estrarre il pezzo dalla forgia per far raffreddare un po' l'esterno in modo da non avere differenza di temperatura con l'interno) andavo sul maglio e schiacciavo (non facevo tanti colpi, solo uno o due per parte con il maglio che scendeva piano).

Dopo la prima bollittura procedevo con la seconda, sempre allo stesso modo. Al termine della seconda potevo iniziare a battere per iniziare l'allungamento della barra.

Continuava a dirmi di pulire il maglio dalle scorie di calamina altrimenti me ne sarei trovate nella lama.

Poi non so se a martello e col maglio cambia tanto il procedimento.

Ho forgiato con questi due qui...



Alfredo Faccipieri (IlFacci)
 

Offline jay

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 228
  • Newbie
Re:HR1095: Bollitura e Calde
« Risposta #3 il: 14 Settembre 2015, 11:30:11 am »
Beh facci ci dai dentro di brutto! Complimenti!
Andrea Riva
...Fortis fortuna adiuvat...

Offline BoraceComeSePiovesse

  • Manfruito
  • *
  • Post: 21
  • Newbie
Re:HR1095: Bollitura e Calde
« Risposta #4 il: 14 Settembre 2015, 11:40:40 am »
 ORO!

Quindi due bolliture di seguito, ne facevo sempre una per paura di bruciare l'acciaio. Buono a sapersi.
Si, poi senza maglio e con il fisico da pensionato non č facilissimo, ma sono pieno di pezzetti di 1095 che devo riciclare, bisogna che ci provi.

Grazie!!
Davide Malucelli