Autore Topic: Test penetrazione al taglio  (Letto 5811 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Orcodeiboschi

  • Spanabùi
  • *******
  • Post: 1.879
  • Nel dubbio ... 'ccelera!
Test penetrazione al taglio
« il: 01 Febbraio 2012, 10:53:10 pm »
Sempre in ambito materiale appoggiato sulla bilancia, la penetrazione del taglio prevederebbe la totale divisione di un dato materiale di un certo spessore (la lama deve passarlo tutto fino in fondo ed è bene quindi che debba penetrare anche il dorso) sempre con la lettura della pressione necessaria.

Che materiale potremmo utilizzare? Gommapiuma? Ne esistono di infinite densità. Polistirolo? Idem.

Oppure si può utilizzare un morsetto come questo:



e cercare di penetrare dentro le ganasce, ovviamente marca e modello uguali per tutti.
Bisogna però creare una base solida e cercarne uno con l'occhiello di almeno 60mm di altezza.

Altre idee?
Ivan Riva

Offline Orcodeiboschi

  • Spanabùi
  • *******
  • Post: 1.879
  • Nel dubbio ... 'ccelera!
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #1 il: 01 Febbraio 2012, 11:28:40 pm »
Aggiungo: foglio di carta piegato a 90° messo in piedi e tagliato nell'angolo.
Ivan Riva

Offline Istarr

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 608
  • "opinions are like assholes, everyone has got one"
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #2 il: 01 Febbraio 2012, 11:45:37 pm »
da questo si vede solo l' affilatura... al posto della carta serve cartoncino o cartone... già provati come test. usando il cartone l' indice di errore è ridotto. direi che più il materiale è coriaceo da tagliare più l' indice di errore è ridotto.il limite di test del genere è che quando servono oltre il proprio peso per far penetrare la lama nel materiale,il  test risulta scomodo....

il problema è sempre lo stesso, la ripetibilità in condizioni standard.

un' idea potrebbe essere usare una morsa, una bilancia alimentare e tagliare un panetto di gomma pane... la gomma pane una volta tagliata si può ricomporre, tipo il pongo, rimane sempre della stessa densità e la misurazione dovrebbe dare risultati concordanti l' uno con l' altro, a patto di contenere la gomma pane con un aposito involucro a U...
Alessandro Berth

sogna come se potessi vivere per sempre, vivi come se dovessi morire oggi.

Offline Burro

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 9.827
  • West Coast Grand Duke of Tuscany
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #3 il: 02 Febbraio 2012, 12:11:04 pm »
Sapete qual'è la cosa che mi frena di più? che su tanti colpi che tiri, pochi sono queli dati bene davvero.
Guardate che non è facile tirare colpi belli precisi. E sono quelli che tagliano come Goemon. Certo, voi dite, efettuando più tagli consideri il migliore....ma: non eiste un "colpitore automatico"? Tutti alla stessa forza e tuti con lo stesso angolo.
QUESTO sarebbe il vero testatore. Non un disgraziato cavia....
Andrea Burroni
Phava datata.

Offline Orcodeiboschi

  • Spanabùi
  • *******
  • Post: 1.879
  • Nel dubbio ... 'ccelera!
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #4 il: 02 Febbraio 2012, 12:32:12 pm »
In realtà pensavo a tagli a pressione o a struscio, non di colpi.
Ivan Riva

Offline Burro

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 9.827
  • West Coast Grand Duke of Tuscany
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #5 il: 02 Febbraio 2012, 12:35:16 pm »
In realtà pensavo a tagli a pressione o a struscio, non di colpi.
Si dicevo in generale...E comunque sarebbe lo stesso, no? Anzi, su certi siti porno, certi oggeti che strusciano ci sono... :)
Andrea Burroni
Phava datata.

Offline Pierluigi Serragnoli

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 479
    • Formazione Avventura
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #6 il: 02 Febbraio 2012, 12:59:54 pm »
...un' idea potrebbe essere usare una morsa, una bilancia alimentare e tagliare un panetto di gomma pane... la gomma pane una volta tagliata si può ricomporre, tipo il pongo, rimane sempre della stessa densità e la misurazione dovrebbe dare risultati concordanti l' uno con l' altro, a patto di contenere la gomma pane con un aposito involucro a U...

L'esatto contrario, la gomma pane viene utilizzata nei laboratori di misura come ammortizzatore di riferimento, ma sempre VERGINE, in quanto ogni volta la si rimescola le "cicatrici" dell'estruso sono elasticamente differenti!


Offline Pierluigi Serragnoli

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 479
    • Formazione Avventura
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #7 il: 02 Febbraio 2012, 01:03:39 pm »
Orco... credo che la recisione completa del materiale sia un indice non indicativo, in quanto l'energia residua al "dopo taglio" no la puoi misurare!

Un prodotto costante potrebbe essere il polistirolo espanso... l'industria lo produce in densità nolo precise e controllate per questioni si sicurezza, pertanto è un riferimento mediamente costante!

Sullo stesso sarebbe possibile anche studiare le penetrazioni di punta per caduta... le variabili del punto d'impatto sono irrilevanti!


Offline Istarr

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 608
  • "opinions are like assholes, everyone has got one"
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #8 il: 02 Febbraio 2012, 01:30:40 pm »
...un' idea potrebbe essere usare una morsa, una bilancia alimentare e tagliare un panetto di gomma pane... la gomma pane una volta tagliata si può ricomporre, tipo il pongo, rimane sempre della stessa densità e la misurazione dovrebbe dare risultati concordanti l' uno con l' altro, a patto di contenere la gomma pane con un aposito involucro a U...

L'esatto contrario, la gomma pane viene utilizzata nei laboratori di misura come ammortizzatore di riferimento, ma sempre VERGINE, in quanto ogni volta la si rimescola le "cicatrici" dell'estruso sono elasticamente differenti!
questo non lo sapevo, non ho mai studiato affondo la gomma pane e non ho frequentato laboratori in cui si usava, è stato il primo materiale che mi  è venuto in mente per fare una cosa del genere senza dovere ricomprare continuamente nuovo materiale.

opterei per il polistirolo a questo punto....

oppure il pongo si comporta in modo diverso dalla gomma pane e si può rimescolare senza problemi? hai esperienza col pongo?

anche l' argilla se è per quello.......
Alessandro Berth

sogna come se potessi vivere per sempre, vivi come se dovessi morire oggi.

Offline Pierluigi Serragnoli

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 479
    • Formazione Avventura
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #9 il: 02 Febbraio 2012, 06:14:17 pm »
Il "Pongo", così come le plastiline sintetiche, soffre di un allentamento termico... per averla sempre costante, dopo l'utilizzo e la nuova amalgama, dovresti attendere il ritorno in temperatura! Mescolando si scalda moltissimo e ammorbidisce!
La temperatura di esercizio in tutti i materiali molli determina la consistenza... quindi puoi verificare che due bigie che cadono su due panetti di plastilina dalla stessa distanza ed incidenza penetrano in modo differente se un panetto è ad una temperatura diversa dall'altro!

Offline Pierluigi Serragnoli

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 479
    • Formazione Avventura
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #10 il: 02 Febbraio 2012, 08:00:50 pm »
L'errore che molti fanno nell'uso della Gomma Pane è credere che si tratti di un materiale abrasivo in quanto cancella depositi su superfici porose, invece si tratta di una mescola particolare, un'agglomerato ASSORBENTE, non adesivo e non abrasivo, la massa è costituita da una gomma morbida e plasmabile capace di assorbire le componenti untuose delle superfici su cui viene appoggia e/o sfregata!
L'utilizzo principale è nella grafica proprio per la sua capacità di incorporare grafite, carboncino, gesso.
Chimicamente ho appena "ripassato", nel Tomo infame, che è costituita da gomma naturale (polisobutene), olio vegetale vulcanizzato, antiossidanti, pomice, carbonato di calcio, nerofumo e biossido di titanio.

In meccanica, una mescola simile, la si usa in alcuni test di laboratorio, non ultimo per le prove balistiche... proprio per queste caratteristiche l'attraversamento di una lama in un panetto di gomma pane ha una resistenza progressiva data dal fatto che la superficie del metallo, anche se lubrificata, perde ogni vantaggio allo sfregamento a causa dell'assorbimento da perte della mescola dei grassi superficiali!

Offline Istarr

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 608
  • "opinions are like assholes, everyone has got one"
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #11 il: 02 Febbraio 2012, 11:31:09 pm »
Le temperature potrebbero effettivamente essere un problema. Casa mia è a 19 gradi, il box a 11 e siamo ancora a casa mia! Figuriamoci se si fà in case diverse e in periodi diversi dell' anno. :)

La gomma pane quindi sarebbe una buona idea se non costasse parecchio stare a comprarne un panetto nuovo ogni volta... A quel punto costa meno il polistirolo.

Un materiale ottimo sarebbe il litio puro. A temperatura ambiente è malleabile e  per fare soluzioni di volta in volta si affetta... Ha densità costante indipendentemente dalla temperatura o dall' umidità. L' unica variabile è lo strato di ossido passivo che si riforma superficialmente di volta in volta e che in alcuni punti forma una crosticina più dura che in altri. Nonostante questo, avrebbe la consistenza perfetta per quello che ho in mente... Non oso immaginare quanto costi un lingotto di litio puro peró.

Mi informo piuttosto sul materiale per prendere le impronte di denti che usa mio padre... Anche quello và bene. Chiedo i prezzi...

Se non fosse economicamente fattibile, non ho altre idee per ora e continuerei ad appoggiare la soluzione polistirolo.
Alessandro Berth

sogna come se potessi vivere per sempre, vivi come se dovessi morire oggi.

Offline Orcodeiboschi

  • Spanabùi
  • *******
  • Post: 1.879
  • Nel dubbio ... 'ccelera!
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #12 il: 02 Febbraio 2012, 11:36:54 pm »
Il Polistirolo potrebbe andar bene, bisogna vedere in che densità e misure si trova ai brichi: se c'è da tagliarne un parallelepipedo deve avere almeno una larghezza ben definita, se poi ha anche l'altezza uguale per tutti è meglio.

Per la penetrazione di punta vedo però meglio le pagine gialle/guida telefonica perchè è più facile capire poi quanto è penetrata contando le pagine, sul polistirolo diventa meno immediata.
Ivan Riva

Offline Istarr

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 608
  • "opinions are like assholes, everyone has got one"
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #13 il: 02 Febbraio 2012, 11:51:08 pm »
Perfetto... Domanda... Dalle vostre parti ci sono leroy merlin? Da me il brico è sparito. :(
Alessandro Berth

sogna come se potessi vivere per sempre, vivi come se dovessi morire oggi.

Offline Pierluigi Serragnoli

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 479
    • Formazione Avventura
Re:Test penetrazione al taglio
« Risposta #14 il: 03 Febbraio 2012, 12:12:05 am »
Per la penetrazione di punta vedo però meglio le pagine gialle/guida telefonica perchè è più facile capire poi quanto è penetrata contando le pagine, sul polistirolo diventa meno immediata.

La carta, soprattutto se sovrapposta, presenta una variabile minacciosa, l'umidità relativa!

Scarterei a priori la carta...