Autore Topic: Test tenuta del filo (taglio corda)  (Letto 8507 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Alexa

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 425
    • Knives Reviews
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #30 il: 05 Luglio 2013, 09:16:25 pm »
non vorrei sbagliare ma quella macchina costa un bel pò di soldi e a Maniago, ce ne è una quasi mai utilizzata

Non sbagli Denis...è scritto anche sul sito quali aziende adottano questa macchina (tra queste anche la Spyderco).

è stata usata anche per il centurione...
non è molto attendibile perchè non porta ad esaurimento il filo ed è "settata" per lame da cucina o con spessori molto esigui. In pratica un grosso coltello da campo, anche se ha un filo che dura di più, avrà un rendimento peggiore per via della minore penetrazione. Oltretutto per essere attendibile ha bisogno di almeno 4-5 test per fare la media.

Chiaramente come tutte le misure scientifiche, è necessario effettuare una media per avere una deviazione standard dei valori.
Non so perchè tu dica (posso darti del tu?) che è settata per spessori esigui; sinceramente questo dettaglio non lo conosco. Hai avuto modo di vedere come funziona dal vivo? Oppure conosci qualcuno che la utilizza? ...Perdona la curiosità  code[arrossir.gif]
Rifacendosi ad uno standard ISO ogni prova deve essere effettuata in un determinato modo, regolamentato in modo tale che chi lo effettua in Cina deve avere lo stesso risultato di chi lo effettua in Congo (dico per dire....).
Non credo che i coltelli più spessi non riescano ad essere testati, dal momento che possono regolare la forza che il coltello esercita sul provino.....poi boh....non avendolo visto dal vivo, non saprei....Se qualcuno va a fare un giro a Maniago, ci faccia sapere!!!  ;D
Poi per quanto riguarda l'esaurimento del filo, anche qui, non credo sia un parametro importante; mi spiego, se imposto X N di forza, per 300 tagli sul provino con il coltello Y e poi faccio il test al 301°esimo taglio e verifico com'è lo stato, dopo posso effettuare lo stesso test su un coltello Z con gli stessi parametri, e fare un paragone dei risultati (ovviamente ripetendo lo stesso test n volte per fare una media dei valori ottenuti)........no???

Offline molletta

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 299
  • Newbie
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #31 il: 05 Luglio 2013, 09:24:17 pm »
Nella prima parte di questo stesso post ci sono delle informazioni che ho dato relativamente alla Catra. Riassumendo.
Bisogna dare in test 5 coltelli. Una volta testati il risultato sarà una media.  Influiscono varie condizioni. Tipo di affilatura, (vedete il grafico della pagina precedente) , angolo...
Nella serie dei 5 coltelli, in base all'affilatura fatta ci possono essere anche grandi differenze.
Il risultato ottenuto, proprio per tutte le variabili che lo contaminano e' a mio avviso poco attendibile
Michele molletta Pensato
http://www.mollettaknives.com/

Offline Alexa

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 425
    • Knives Reviews
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #32 il: 05 Luglio 2013, 09:33:00 pm »

Perfetto...grazie mille!!
Pensavo che il test lo si ripetesse sulla stessa lama, non su 5 campioni diversi.
Mi dispiace se era già stato scritto all'inizio....mi è sfuggito  :sFun_duh2:

Offline Basetta

  • Spanabùi
  • *******
  • Post: 1.313
  • Newbie
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #33 il: 05 Luglio 2013, 09:51:31 pm »
Troppe variabili miei cari......
Penso che l'ideale per questa macchina possa essere il solo incrocio acciaio, durezza, angolo di affilatura (scandi) e con uno spessore fisso per i "provini" allo scopo di discriminare il mix migliore (e già con queste c'è da uscire di testa ad incrociare i dati)
In un coltello c'è anche l'ulteriore ampliamento variabili come spessore e geometria affilatura e del tagliente (flat, sabre, convex, bla bla bla)
E poi.....push cut o per strisciamento?
Quindi chi può fare 50 coltelli uguali solo per testare HRc ed angolo di affilatura?
Nessuno vero....?

   
Maurizio Meregalli
ZT? No grazie!!!

Offline Morgan Leah

  • Smantrugiafìe
  • ******
  • Post: 837
    • Knife Research
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #34 il: 06 Luglio 2013, 12:21:55 am »

Poi per quanto riguarda l'esaurimento del filo, anche qui, non credo sia un parametro importante; mi spiego, se imposto X N di forza, per 300 tagli sul provino con il coltello Y e poi faccio il test al 301°esimo taglio e verifico com'è lo stato, dopo posso effettuare lo stesso test su un coltello Z con gli stessi parametri, e fare un paragone dei risultati (ovviamente ripetendo lo stesso test n volte per fare una media dei valori ottenuti)........no???

purtroppo è importante. Il comportamento degli acciai non è sempre simile...
ci sono lame che fanno 300 tagli e poi smettono di colpo di tagliare, altre che ne fanno 150 alla grande, poi fino a 300 tagliano meno, ma continuano a tagliare fino a 600, ecc...

Offline Morgan Leah

  • Smantrugiafìe
  • ******
  • Post: 837
    • Knife Research
Re:Test tenuta del filo (taglio corda)
« Risposta #35 il: 06 Luglio 2013, 12:23:57 am »

E poi.....push cut o per strisciamento?
Quindi chi può fare 50 coltelli uguali solo per testare HRc ed angolo di affilatura?
Nessuno vero....?


il catra taglia per strisciamento utilizzando una porzione del filo.
i test di taglio per pushcut li considero quasi inutili... un opinel taglia per pushcut all'infinito grazie alla geometria, per strisciamento... smette di tagliare dopo 20 tagli