Autore Topic: Grande Traversata Elbana  (Letto 11194 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Lethimos

  • Spanab¨i
  • *******
  • Post: 1.694
  • Newbie
    • lethimos prepping
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #15 il: 27 Giugno 2016, 11:52:37 pm »
di solito ci faccio una soluzione in olio d'oliva. bella concentrata. poi diluisco o uso puro a seconda.
conoscevo anche l'uso con l'olio d'oliva ...per scottature sia solari che ustioni...
l'olio di oliva e' un cicatrizzante e rigenerante della pelle per cui va benissimo per le ustioni, ma non fare l'errore di mettercelo subito, parlo di ustioni vere, non solari.
Prima raffredda la pelle, solo dopo applica l'olio.
Cmq il miglior olio di iperico per le scottature solari infatti si fa infondendo i fiori il olio di oliva.
Nobile e' chi sa di bosco e di fiume
Guerriero chi non attende la fine

Lorenzo Masolini

Offline Grandejoe

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 6.168
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #16 il: 28 Giugno 2016, 12:44:26 am »
Me l'ero persa ... Bravi i nostri ragazzi ... Due notizie sull equipaggiamento?
Giuseppe Gambino
Contro l'ignoranza anche gli dei cessano di combattere



Offline Giovanni G

  • Spanab¨i
  • *******
  • Post: 1.612
  • Precursore di lame
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #17 il: 28 Giugno 2016, 06:14:59 am »
Sull olio usato per il trattamento delle ustioni, solari e nn, mi permetto di dissentire: il film lipidico creerebbe una barriera insormontabile dal calore causato dell ustione, aumentando considerevolmente il danno causato dall ustione stessa.
Per le scottature solare fare una chiarata montata a neve con il buanco dell uovo e applicare quella sull eritema.
Per le scottature da fiamma invece, NIENTE GHIACCIP, che brucia fome il fuoco, ma solo toccature fon fambi frequenti di pezzuole bagnate di acqua fredda, rinnovate frequentemente, al fine si mantenere bassa la temperatura della zona interessata dall ustione.
Immaginate cosa sono le medicazioni degli ustionati, i giorni successivi all evento...
Qui siamo quello che facciamo. Nei limiti di quello che abbiamo. Nei limiti di quello che conosciamo.

Spesso ci si imbatte nel nostro destino lungo la strada intrapresa per evitarlo (K.F.P.)

Fortitudine Vincimus (E. Shackleton)

"Quando si prende in mano il martello e si riscalda un pezzo di metallo, ci si unisce ad una lunga serie di fabbri che va indietro migliaia di anni e che ha affrontato le stesse sfide e apprezzato le stesse soddisfazioni."


Offline ilfacci

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 4.096
  • A.F.
    • I coltelli del Facci
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #18 il: 28 Giugno 2016, 08:46:14 am »
Se a qualcuno pu˛ interessare suggerisco un altro uso dell'iperico.....
Mettere un bel po' di fiori in una bottiglia di grappa e lasciarla un mesetto a dormire....ne uscirÓ una grappa aromatizzata con colore dal rosa al rosso vivo,a seconda della maturazione dei fiori e della ''stagionatura''

Classico uso Veneto.
Alfredo Faccipieri (IlFacci)
 

Offline fausto

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 4.061
  • Chi sa ghe pensa u l' areste sensa .........
Grande Traversata Elbana
« Risposta #19 il: 28 Giugno 2016, 09:42:03 am »
di solito ci faccio una soluzione in olio d'oliva. bella concentrata. poi diluisco o uso puro a seconda.

Per˛ da bere fa schifo......
Fausto Mazza

Offline fausto

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 4.061
  • Chi sa ghe pensa u l' areste sensa .........
Grande Traversata Elbana
« Risposta #20 il: 28 Giugno 2016, 09:42:24 am »
Dimenticavo, GRANDI!
Fausto Mazza

Offline Lethimos

  • Spanab¨i
  • *******
  • Post: 1.694
  • Newbie
    • lethimos prepping
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #21 il: 28 Giugno 2016, 09:47:58 am »
di solito ci faccio una soluzione in olio d'oliva. bella concentrata. poi diluisco o uso puro a seconda.

Per˛ da bere fa schifo......

Piu che schifo se lo bevi fa...caa' ?
Nobile e' chi sa di bosco e di fiume
Guerriero chi non attende la fine

Lorenzo Masolini

Offline Lethimos

  • Spanab¨i
  • *******
  • Post: 1.694
  • Newbie
    • lethimos prepping
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #22 il: 28 Giugno 2016, 10:06:29 am »
Sull olio usato per il trattamento delle ustioni, solari e nn, mi permetto di dissentire: il film lipidico creerebbe una barriera insormontabile dal calore causato dell ustione, aumentando considerevolmente il danno causato dall ustione stessa.
Per le scottature solare fare una chiarata montata a neve con il buanco dell uovo e applicare quella sull eritema.
Per le scottature da fiamma invece, NIENTE GHIACCIP, che brucia fome il fuoco, ma solo toccature fon fambi frequenti di pezzuole bagnate di acqua fredda, rinnovate frequentemente, al fine si mantenere bassa la temperatura della zona interessata dall ustione.
Immaginate cosa sono le medicazioni degli ustionati, i giorni successivi all evento...

Cavoli gli ustionati...oh e si sta parlando di rimedi fatti in casa da casa :)
Se ti becchi una bruciatura da reparto ustionati non credo che ti poni il problema dell'olio di oliva.

Riguado invece all'olio di iperico, io da "ragazzino" l'ho usato varie volte al mare i primi giorni quando immancabilmente mi scottavo per stare con gli amici.
Tornavo a casa, doccia marmata per freddare la pelle delle spalle, ed il primo giorno infuso di menta e rosmarino freddo con aggiunta di qualche goccia di olio di iperico strapazzato dentro.
Dal secondo giorno che la pelle si era ripresa dalla fase acuta sempre doccia fredda e olio di iperico.
I doposole da decine di euro che mi dava la mi mamma erano cacchette in confronto :)

Cmq parlando di iperico in situazioni di sopravvivenza per lo stesso uso, si po' fare un decotto immergendo una manciata di fiori in una tazza abbondante di acqua, facendola bollire per qualche minuto, una volta raffreddata si fanno bagnature frequenti della zona colpita.
Altrimenti si puo' fare un pesto di iperico ed un goccio di acqua trasformandolo in una pappina da usare per coprire l'area interessata, valido per scottature ed abrasioni.

Buone bruciature a tutti ::bastardinside::

Nobile e' chi sa di bosco e di fiume
Guerriero chi non attende la fine

Lorenzo Masolini

Offline fausto

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 4.061
  • Chi sa ghe pensa u l' areste sensa .........
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #23 il: 28 Giugno 2016, 10:08:58 am »
di solito ci faccio una soluzione in olio d'oliva. bella concentrata. poi diluisco o uso puro a seconda.

Per˛ da bere fa schifo......

Piu che schifo se lo bevi fa...caa' ?

 ;D
Fausto Mazza

Offline Lethimos

  • Spanab¨i
  • *******
  • Post: 1.694
  • Newbie
    • lethimos prepping
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #24 il: 28 Giugno 2016, 10:12:51 am »

Per le scottature solare fare una chiarata montata a neve con il buanco dell uovo e applicare quella sull eritema.


Quella della chiara d'uovo non la sapevo, ma buona a sapersi.

Se trovo un uovo di struzzo mentre giro nel bosco ora so cosa farne  :coke-sniff:
Nobile e' chi sa di bosco e di fiume
Guerriero chi non attende la fine

Lorenzo Masolini

Offline morpheo

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 6.777
  • your knife is meant to be tool
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #25 il: 28 Giugno 2016, 03:14:24 pm »
di solito ci faccio una soluzione in olio d'oliva. bella concentrata. poi diluisco o uso puro a seconda.
conoscevo anche l'uso con l'olio d'oliva ...per scottature sia solari che ustioni...
i miei migliori clienti a portoferraio,rosticceria a conduzione familiare. gli affilo le lame e gli d˛ l'olio di iperico per le bruciature...
Davide Drago

-  le persone che ti giudicano non fanno altro che nascondere i propri errori  -

  
"Democracy is two wolves and a lamb voting on what to have for lunch. Liberty is a well-armed lamb contesting the vote."

Offline morpheo

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 6.777
  • your knife is meant to be tool
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #26 il: 28 Giugno 2016, 03:20:13 pm »
cmnq in linea di massima Ŕ vero ci˛ che dice giovanni,niente olii sulle bruciature. ma c'Ŕ da dire,anche la foille c'Ŕ la paraffina dentro,o glicerina quello che Ŕ,credo,sempre parlando in termini di rimedi casalinghi,che l'olio d'oliva sia talmente poco in confronto al potere dell'iperico che sia tollerante.come la glicerina nella crema. cmnq funzionÓ funziona. megliola pappina allora. da nn mettere direttamente sulla ferita.
Davide Drago

-  le persone che ti giudicano non fanno altro che nascondere i propri errori  -

  
"Democracy is two wolves and a lamb voting on what to have for lunch. Liberty is a well-armed lamb contesting the vote."

Offline Burro

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 9.827
  • West Coast Grand Duke of Tuscany
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #27 il: 28 Giugno 2016, 03:31:03 pm »
Bravi. Finalmente qualcuno che oltre alla lingua mette anche il piede nei posti. E con l'attrezzatura da uomo. Questo Ŕ andare per boschi e dormirci. Qui si testano i materiali. Qui si vede chi c'Ŕ. E chi ci fa. L'Elba Ŕ una delle Isole pi¨ belle che ci siano.
Andrea Burroni
Phava datata.

Offline morpheo

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 6.777
  • your knife is meant to be tool
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #28 il: 28 Giugno 2016, 04:14:36 pm »
Me l'ero persa ... Bravi i nostri ragazzi ... Due notizie sull equipaggiamento?
infatti. magari apriamo un tread sull'iperico e vari rimedi.
anzi,mi scuso se non ho postato pi¨ nulla. gli ultimi eventi che si sono susseguiti non mi hanno fatto fare i salti di gioia.....
andiamo avanti...equipaggiamento,interessante.

zaino militare da assalto,sarÓ una 40ina di lt scarsi incluso le due tasche frontali,con vescica dell'acqua da tre litri interna. - zaino scomodissimo se pieno abbestia,e per molti giorni -
appeso allo zaino:
 sacco a pelo leggero+ copertina di lana; poncho/tarp nella bag molle;kway;materassino autogonfiabile borraccia
dentro lo zaino:
un ricambio completo dentro una sacca impermeabile,4 o 5 paia di calzini,mutande magliette softshel camicia sciarpa marrocchina ecc... per quanto riguarda i vestiti. i calzini sono molto importanti. la buona salute dei piedi e la loro integritÓ Ŕ fondamentale.
-telino 4mtX4mt di quelli da imbianchino;
piccolo kit pronto soccorso contenente un nastro di cerotto,nastro americano,nastro isolante,collirio,oki,antibio,antidolorifici,cortisone,spazzolino e dentifrocio (lo spazzolino uso un ricambio di quelli elettrici,dentif un tubetto quasi finito che occupa poco posto),filo interdentale utile soprattutto come filo resistente,anche per suture.non va bene quello alla menta,laccio emostatico usato prevalentemente come cannuccia per il filtro,aghi da cucito,spille da balia,lametta da bisturi e altre cazzate utili
kit di sopravvivenza:
-anzitutto fischietto con vano stagno con scritto dentro le mie generalitÓ e quant'altro al collo
-filtro h2o + iodiopovidone utile anche per disinfettare ferite.
-cialume
-filo ottone
-crema solare
-rock sling
-sega a filo
-fire kit. in una scatolina di metallo con esca paracord e acciarino al magnesio
-torcia elettrica
-kit per la pesca
-matassine di paracord e filo da 2mm,sintetico,di quello usato per i palamiti
-mmmm....bho nn ricordo. altre piccole stronzate che potrebbero servire ma che magari nn usi mai.abbastanza peso inutile

-monocolo,moschettone,e altre piccolezze che non mi vengono in mente....

vettovaglie:
-barrette energetiche fatte in casa
-pasticche idratanti
-una quantitÓ di bustine di miele
-altre stuzzicherie
-borsina in stoffa utilizzabile anche come filtro per il particolato nell acqua con dentro pentolino in alluminio,tazza /bicchiere in acciaio,posata in          plastica, sale e peperoncini ,bustine di olio d'oliva utili anche per altro,pacchetti di risi e zuppe liofilizzati (questi ultimi per due giorni me li ha portati lorenzo che io non avevo posto)  ,tagliere e altri arnesi da cucina,come il mestolo di legno.
-AVOCADI n░2 pi¨ di sette etti di peso. acerbi.cosý te li riporti a casa aspettando invano lungo il tragitto che maturano il giorno dopo. forse domani?....
-macchine fotografiche e vari cavetti per ricaricarle,telefono e caricatelefono
-bussola e carta igm+libro su tutti i sentieri(servito a fare peso)
coltelli:
conpact survivol di tiziano mecacci,appeso al cinturone;scrapyard scrapivore al collo col fischietto;cote a cote robinson nello zaino,prevalentemente per il cibo; portasigaro con varie carte da smeriglio e una piccola limetta a mandorla(asimmetrica)

sicuramente ho dimenticato qualcosa

scarpe dolomite nn ricordo il modello. importantissime le scarpe,come importantissimi almeno per me occhiali da sole.
tutto questo pesava una 20ina di kili . non sono poi molti se ben distribuiti dentro uno zaino adeguato. meglio 80litri riempito per metÓ che un 40 strabordante con la roba appesa fuori. lo zaino nuovo sarÓ infatti il mio prossimo acquisto. devo ben ponderare la scelta. finora tra quelli che ho avuto ,provato e visto lo zaino di lethimos Ŕ il migliore,anche se uno col telaio esterno mi piacerebbe di pi¨.....


Davide Drago

-  le persone che ti giudicano non fanno altro che nascondere i propri errori  -

  
"Democracy is two wolves and a lamb voting on what to have for lunch. Liberty is a well-armed lamb contesting the vote."

Offline nerd

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 215
  • Newbie
Re:Grande Traversata Elbana
« Risposta #29 il: 28 Giugno 2016, 08:35:14 pm »
Se a qualcuno pu˛ interessare suggerisco un altro uso dell'iperico.....
Mettere un bel po' di fiori in una bottiglia di grappa e lasciarla un mesetto a dormire....ne uscirÓ una grappa aromatizzata con colore dal rosa al rosso vivo,a seconda della maturazione dei fiori e della ''stagionatura''

Classico uso Veneto.e pensare che sono quasi astemio.....a parte una birra ogni tanto.......
Guido Bottos
Fatte li cazzi tua....(Confucio).