Autore Topic: sali  (Letto 3517 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Moreno

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 360
sali
« il: 27 Marzo 2014, 10:24:22 am »
Dio mi ha parlato, il suo messaggio non è ancora del tutto intelligibile ma confido di trovare la via...per adesso condivido l'epifania
https://www.youtube.com/watch?v=9uPzc31bTD0

sempre sia lodato!
 code[partydance.gif] code[pickle.gif] code[pickle.gif] code[partydance.gif]

Moreno Feltresi

Offline Burro

  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 9.827
  • West Coast Grand Duke of Tuscany
Re:sali
« Risposta #1 il: 27 Marzo 2014, 10:29:29 am »
Laudanato sia il mio Signore!!!
Andrea Burroni
Phava datata.

Offline Fabiano

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 739
Re:sali
« Risposta #2 il: 27 Marzo 2014, 03:57:00 pm »
Ciao Moreno
Se hai vogia, puoi spiegare, la realizzazione ed gli eventuali vantaggi di una tempra in sali, ristetto alle "tradizionali" in olio e acqua?
Possibilmente senza mettere link in inglese, che già faccio fatica con l'Italiano.
Grazie Grazie
Quel che è detto è detto e comunque
Il sangue versato non si scorda mai
Un Neanderthal incapace con gravi problemi mentali. cit.
C'è grossa crisi su questa tera. Cit.
Fabiano Cardone

Offline Moreno

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 360
Re:sali
« Risposta #3 il: 27 Marzo 2014, 04:42:41 pm »
Si tratta di un bagno chimico fuso. La parola Sali va intesa in senso chimico (non metallo+metallo) non nel senso di sale da cucina. L’idea di approfondire il tema l’avevo anticipata a Empu promettendo effetti miracolosi – che in realtà non ci sono – ma anche Moreno Franzin che insegue il martempering e GK che si rompe di fare le caramelle sono stati una molla. Sostanzialmete gli effetti positivi
-la superficie non decarbura anzi la superficie resta  pulita
-il passaggio di calore è ottimale così come la distribuzione dello stesso all’interno della lama, si riducono possibilità di movimenti e si riduce (non di molto) la permanenza a temperatura di tempra desiderata
-i Sali si usanoa anche a bassa T per fare lo spegnimento (su Ms volendo) e rinvenimento
-i Sali a bassa T hanno molta inerzia e sono molto adatti a fare cicli nel post forgiatura
I fattori negativi:
-potenzialmente pericoloso. H2o oppure olio che entrano nel bagno lo fanno schizzare. Anche qsiasi corpo esterno (un’ape) può creare casino, nel video Dio a un certo punto inquadra con la telecamera un buco sulsoffitto: sono i sali che son saltati fin lì!!
-per riscaldare la massa serve molta energia. Negli Usa è diffuso il crogiolo riscaldato a gas e una o più termocoppie. Adatto se si hanno produzioni di piccole serie (non il mio caso) per il fatto che ha molta inerzia e serve relativamente poca E per mantenere T
-non adatto a basso legati 10xx e w serie (ipse dixit)
A risentirci x sviluppi prossimi
(phava datata è un’alliterazione molto bella. È farina del tuo sacco?)

Fabiano vuoi fare tu l'intervista a Forgiarini (è di Massa se non sbaglio)? Io se non avessi già il forno e fossi (come nel tuo caso) un appassionato di esplosioni mi farei un crogiolo con sali . è come avere lava in casa un po' più instabile.  code[bouncyredfire.gif] code[bouncyredfire.gif] code[bouncyredfire.gif]
Sempre sia lodato!

Moreno Feltresi

Offline Moreno

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 360
Re:sali
« Risposta #4 il: 27 Marzo 2014, 04:55:12 pm »
Rileggendo capisco che non sono stato chiaro: prendo un tubo inox, ci saldo il fondo, lo isolo intorno, metto da sopra due termocoppie e un indicatore di T.
 poi con un bruciatore riscaldo il fondo, metto la lama dentro e porto alla T che ho deciso. arrivato a T estraggo e metto dentro all'olio.Fatta tempra. Tutto il resto son cose in più

Moreno Feltresi

Offline Fabiano

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 739
Re:sali
« Risposta #5 il: 27 Marzo 2014, 06:33:06 pm »
(phava datata è un’alliterazione molto bella. È farina del tuo sacco?)

Di cosa stai parlando ???

Fabiano vuoi fare tu l'intervista a Forgiarini (è di Massa se non sbaglio)?
Che Intervista  ?
Non sarebbe meglio che la facesse qualcuno che sa cosa deve chiedere e di cosa si stà parlando ?

Per il discorso di fare il tubo per i sali non vedo difficoltà, ma non ho capitoqualcosa (leggi MOLTO)
appena posso faccio una lista per punti a prova di mongolo, cosi se vuoi rispondi per punti, se lo capisco io presumo che poi capiranno tutti.
Per ora grazie
Quel che è detto è detto e comunque
Il sangue versato non si scorda mai
Un Neanderthal incapace con gravi problemi mentali. cit.
C'è grossa crisi su questa tera. Cit.
Fabiano Cardone

Offline Fabiano

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 739
Re:sali
« Risposta #6 il: 27 Marzo 2014, 06:37:52 pm »
Io non sono un appassionato di esplosioni, i miei sono esperimenti altamente scientifici e controllati (da me) per puro scopo accademico.
Quel che è detto è detto e comunque
Il sangue versato non si scorda mai
Un Neanderthal incapace con gravi problemi mentali. cit.
C'è grossa crisi su questa tera. Cit.
Fabiano Cardone

Offline Moreno

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 360
Re:sali
« Risposta #7 il: 27 Marzo 2014, 06:57:39 pm »
Phava datata riguarda Burro

prova a immaginare dall'alto due tubi, quello centrale diam 100 oppure 80 in aisi 319 con il fondo saldato, qui vanno messi i sali.
 l'altro esterno in acciaio dolce rivestito internamente di lana di ceramica. nell0inerstizio tra lana e tubo inox uno spazio dove circola la fiamma - fai un foro in basso al tubo di Fe e metti il bruciatore in diagonale.


la termocoppia qui la mettono sul fondo ma secondo me inserirla dall'alto è più semplice (Ricoprendolqa di iconel magari)

Moreno Feltresi

Offline kiko

  • Dot. Ing. Figl. Di Putt. Gran Ladr. Di Gran Croc.
  • Admin - Mod
  • Sventrapapere
  • *********
  • Post: 5.741
  • Hasta la topa, siempre.
    • http://kiko-knives.blogspot.com
Re:sali
« Risposta #8 il: 28 Marzo 2014, 12:38:02 am »
Già sai come la penso.
Saluti & ghiande,
Federico Salvestroni.





S'io fossi uccèl di bosco mi butterei giù

Offline Moreno

  • Strappamutande
  • ****
  • Post: 360
Re:sali
« Risposta #9 il: 28 Marzo 2014, 08:07:15 am »
Anche tu GK sapevi come la penso ma io l'ho pure scritto....per essere un marinaro aperto (mentalmente intendo) sei un po' introverso ultimamente. :12: .... ti propongo un problemino : avendo a disposizione un impianto fotovoltaico che produce dalle 10 del mattino 5Kw all'ora, immaginando il volume di sali come quello descritto innanzi, secondo te si arriva a fondere i sali prima delle 4 (quando la produzione inizia a calare)? la ricetta potrebbe essere - a titolo indicativo  15-25% NaCl     30-32% KCl     50-60% BaCl2   
(è una questione di dimensionamento e consumo che è il punto centrale penso$$ )

Moreno Feltresi