Autore Topic: La guardia secondo Rhea  (Letto 1116 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marsus

  • Leccapòtte
  • *****
  • Post: 485
  • Newbie
    • www.americanknives.it
Re:La guardia secondo Rhea
« Risposta #15 il: 28 Dicembre 2015, 06:01:41 pm »
non mi piace questo tipo di montaggio della guardia perché per creare i gradini di appoggio ,e non far vedere saldature o colla,va a sfinire lo spessore del codolo-

Potrebbe esere un opzione anche facendo l'appoggio solo nell'altezza della lama senza ridurre lo spessore se la guardia è robusta, certo bisogna lavorare parecchio precisi per l'incastro....
Vero,e comunque le varie tipologie di accoppiamento guardia-manico alla lama sono sempre le stesse,l'unica differenza è che i collanti attuali non esistevano negli anni 70-80.Io preferisco la classica saldatura a bassa fusione, che non va a modificare i trattamenti come dice qualcuno,infatti si usa  nei fucili basculanti,anche rigati che lavorano a pressioni più alte del liscio
Corruptissima republica plurimae leges.
Giovanni Di Gianfilippo

http://www.americanknives.it